Home Blog Page 51

Roma, gruppo di bambini violenta prete: Arrestati

Roma

Una notizia che ha dell’incredibile!
Un gruppo di bambini dai 6 ai 9 anni, ha sequestrato, violentato e malmenato un prete di 79 anni di un paesino in provincia di Roma.

Ad avvisare le forze dell’ordine è stato il capo di questa “Baby Gang” (Edoardo B., 7 anni) che ha poi dichiarato:

Non ho paura di farmi la galera, è successo e basta.. La vita di paese è una noia mortale, ci portano al parco, ci fanno giocare con la palla, merendina alle 18, poi baby sitter il venerdì e il sabato sera.. Basta! Mi sono rotto i c******* di fare questa vita. Io sono un criminale ed io e la mia banda non ci fermeremo”

Queste le scioccanti parole del giovane “capo branco” prima di essere portato via insieme ai suoi scagnozzi.
I bambini saranno processati per direttissima domani alle 12.

“Selfie”: Dal 1 Agosto 2014 sarà reato penale

Roma

Dal 1 Agosto 2014 entrerà in vigore la nuova legge che vieterà l’uso del “Selfie“, anche detto “autoscatto”.

Sempre di più (In Italia e all’estero) si sta espandendo a macchia d’olio questa moda di scattarsi delle foto da soli, allo specchio o tramite fotocamera interna o girata e la cassazione ha deciso dunque di renderlo “reato perseguibile penalmente” per placare questo eccesso di autoesaltazione.

Dal 1 Agosto infatti, chiunque sarà sorpreso: dalle forze dell’ordine (Per strada, sui mezzi pubblici, nei locali ecc.), dalla polizia postale (sui social network), al bagno (dai familiari), rischierà fino a 6 mesi di reclusione senza condizionale.
Da 1 a 3 mesi per “Selfie” meno gravi, da 3 a 6 per “Selfie” con aggravanti: Bocca a “culo di gallina”, con bottiglie di alcolici, in palestra o con lo sguardo da “bello/a e dannato/a”.

Roma: Si risveglia durante il suo funerale, esce dalla bara e aggredisce il prete a morsi

Roma, 24/03/2014

Da come è andata sembrerebbe l’inizio di un film di G. A. Romero, invece è quello che è successo oggi pomeriggio a Roma in una Chiesa in zona Prati.
Flavio M. 53enne romano “era” venuto a mancare due giorni fa per un malore improvviso che lo aveva colto nella sua abitazione mentre stava con la moglie.
La funzione religiosa era arrivata quasi al termine, quando ad un certo punto il coperchio della bara ha iniziato a muoversi.
Il gelo ha pervaso tutti i partecipanti, compreso il sacerdote, qualche secondo di silenzio e poi il boato: la bara si è scoperchiata e il “morto” si è catapultato fuori.

Il cognato ancora sotto shock ha dichiarato: “Io ero li, in prima fila, non credevo ai miei occhi, non riuscivo a muovermi ero pietrificato, come del resto tutti gli altri. Ha iniziato a ringhiare e ad emettere dei mugugni, come si è rialzato si è guardato intorno con gli occhi iniettati di sangue e poi si è scagliato sull’altare contro il prete”

Il sacerdote adesso è ricoverato in ospedale e tenuto sotto osservazione, ma se la caverà con soli 10 punti sul collo.

Il “redivivo” invece dopo aver perso i sensi è stato anch’esso trasportato in ospedale, dove trascorrerà i prossimi giorni per accertamenti.

Licenza Creative Commons
Tutto il materiale di Corriere del Corsaro è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at http://www.corrieredelcorsaro.it.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso redazione@corrieredelcorsaro.it.

Non metti la lettera “H” nel verbo avere? Sei passibile di denuncia

Roma

Da Febbraio 2015 entrerà in vigore il reato di “Ignoranza”, la legge è stata approvata oggi nei Palazzi di Giustizia, prevederà per i trasgressori un’ammenda fino a 1249€ e fino a 12 mesi di reclusione.

In base alla gravità dell’errore grammaticale all’interno di una qualsiasi frase (Stati su facebook, Tweet, Commenti su foto, Mail ecc.) il giudice potrà stabilire l’ammenda e i mesi di reclusione. Il reato potrà essere segnalato tramite “screenshot” da parte di terzi o tramite indagini della polizia postale.

La nostra redazione esorta quindi i lettori, a rimettere mano ai libri di grammatica italiana, per evitare eventuali persecuzioni legali.

Il Metal rende Impotenti: Questa è l’ultima scoperta dei ricercatori dell’Università di…

Berkeley, 24/03/2014

“Il Metal Rende Impotenti”. Questo è emerso in seguito ad una ricerca effettuata da un gruppo di ricercatori della famigerata Università americana.

E’ emerso che l’abuso di “Headbanging” (Violenti movimenti della testa a tempo di musica) mischiato a “Pogo” (ballo collettivo che si scatena abitualmente durante i concerti rock e metal), “Air Guitar” (Far finta di suonare la chitarra) e fiumi di birra: porta ad un’incalanazione di energie negative che vanno a scaricare sulla prostata.

Il caso ora è stato preso in mano anche da alcuni Dottori dell’università di Torvergata, alcuni esemplari di “Metallari” si sono offerti volontari per la ricerca, ascoltiamo le dichiarazione di una delle cavie (Tiziano C.), un “Metal-boy” di Ciampino:

“Sono un ragazzo di 25 anni ed abito in un piccolo paese non lontano da Roma. Ho iniziato ad avvicinarmi alla sottocultura Metal all’età di 14 anni, ho cominciato con Marilyn Manson, i Metallica e adesso sono un verio e proprio bifolco da concerto!! WARGH!! (Ruggito accompagnato da un gesto che sembrerebbero delle corna)
Secondo me sono tutte balle, il Metal non rende impotenti.. Anzi!
Questi fottuti americani possono baciare le mie nobili natiche latine, mi sottoporrò agli esperimenti e alla fine dimostrerò a tutto il mondo che il Metal: E’ VITA!”

Attendiamo dunque novità dai Ricercatori e nel frattempo auguriamo a tutti i “Metallari” colpiti, una veloce e splendida ripresa!

“Vietato l’ingresso a chi ha i Tatuaggi” Nasce il primo locale a Roma

Roma, 23/03/2014

Nasce a Roma il primo Locale nel quale il proprietario vieterà l’ingresso a chi è “portatore di tatuaggio”, così li definisce Alessio B. il propietario del “King Out” coloro che hanno deciso di modificare il proprio aspetto con un tatuaggio.

“Ognuno è libero di fare quello che vuole del proprio corpo, ma nel mio locale non voglio malati”
Queste le parole del Gestore del locale che aprirà a Testaccio entro l’estate 2014.
Ci saranno degli addetti alla sicurezza alla porta che controlleranno i clienti per verificare se hanno tatuaggi evidenti o nascosti; Il locale sarà un disco-pub dove si potranno gustare birre artigianali e piatti tipici della cucina Romana. Per il sabato annuncia serate a tema con Dj Set.

Tifi Juventus? Rischi la reclusione fino a 6 mesi per furto

Roma, 23/03/2014

Una notizia che ha dell’incredibile!
I tifosi del famigerato Club Bianconero rischiano fino a 6 mesi di reclusione secondo l’articolo 624 del c.p. che prevede da 6 mesi a 3 anni di reclusione più un’ammenda da 154 a 516 €.

Chiunque sarà sorpreso con una sciarpa bianconera o pubblicherà su Facebook stati incitanti la “Vecchia Signora” è ora a rischio.

Le dichiarazioni di Nicolò M. un romano ex tifoso della Juventus:

“Sono un pochino sconcertato da questa notizia, all’inizio pensavo fosse una prepotenza nei confronti dei tifosi, ma poi alla fine ho capito che è giusto. Se la squadra segna noi tifosi esultiamo, se il portiere para un rigore noi tifosi esultiamo, se la società fa una buona campagna acquisti noi tifosi esultiamo… Se ruba… Noi tifosi è giusto che veniamo arrestati”

 

Reintrodotto il reato di Bestemmia: I trasgressori rischiano 6 anni di reclusione

Roma

Sarà reintrodotto il reato di Bestemmia entro fine 2015, così ha deciso la Corte di Giustizia che ha deciso di porre un freno agli epiteti offensivi che sempre di più si stanno inserendo nel gergo quotidiano della popolazione italiana.

Chi sarà sorpreso in flagrante, registrato o videoregistrato rischia dai 3 ai 6 anni di reclusione senza possibilità di sconto di pena, più una pena pecuniaria pari a 22 348 €.

Le dichiarazioni dei firmatari del d.lgs:

“La bestemmia offende il tuo Dio, insulta la comunità, degrada te stesso, non bestemmiare”

Partorisce 11 Gemelli: Arrestata

Bangalore, 23/03/2014

E’ successo in India, la povera Alahdita K. per sua sfortuna è rimasta incinta di ben 11 gemelli. Casi del genere accadono una volta ogni 200 anni nel mondo e alla povera donna è capitato nel posto sbagliato al momento sbagliato: infatti nella sua città vi è una severa legge che per limitare l’incremento demografico fissa un massimo di componenti per nucleo familiare pari a cinque. 

Chi dovesse infrangere questa soglia deve pagare allo Stato un’ammenda pari a 4205810 Rupie Indiane (50000€) o rischia fino a 10 anni di reclusione.

La sfortunata quindi per aver oltrepassato questo limite 8 volte, è in debito di 400 000€ nei confronti dello stato ed essendo poco più che nulla tenente, dovrà scontare 10 anni di reclusione lei e 3 anni il marito.

Sei un ROM? Hai diritto a 1200 € al mese più vitto e alloggio

Roma, 22/03/2014

Così è deciso. Da Gennaio 2015 i ROM che abitano i campi nomadi del Lazio, avranno diritto non solo a vitto e alloggio ma anche ad un ulteriore rimborso mensile pari a 1227€ per le spese extra.

Lo “stipendio” potrà essere incassato solamente tramite bonifico, quindi coloro che vorranno ricevere questo rimborso, dovranno aprire un conto bancario o postale e fornire alla Regione Lazio le coordinate per effettuare i pagamenti.

Il firmatario del decreto legislativo al riguardo:

“I ROM sono una risorsa per l’Italia, non un problema. E’ giusto quindi che contribuiscano a far girare la nostra economia. Inoltre se stipendiati, sicuramente i reati commessi da parte loro saranno drasticamente minori”

Grillo ammette: “Ho fondato il movimento mentre mangiavo un cornetto”

Roma, 22/03/2014

Il leader del famoso movimento ha cosi confessato in un’intervista questa notte dopo una serata brava in una discoteca della Capitale.

Ogni volta che uscivamo dai locali ubriachi insieme ad alcuni miei amici, ci recavamo al “cinque stelle” per placare la fame tossica. Ricordo ancora quando facevano i cornetti a 50 centesimi al pezzo, era una vera svolta, ora da quello che so li hanno aumentati e non ci andiamo più”

A sorpresa quindi, siamo venuti a conoscenza del motivo per il quale è stato deciso questo nome per il proprio movimento.
Continua il leader:

“Praticamente una sera che stavo più ingarellato del solito, mentre mi riempivo la bocca di cornetti e bombe alla crema ho guardato l’insegna ed ho avuto l’illuminazione”

Ed è quindi così che è cominciata la storia di questo movimento che sta spopolando in Italia e sta facendo tremare la Casta, tra una bomba alla crema e un fagottino al cioccolato.

Auguriamo dunque a questi baldi giovani, di avere almeno un “lieto” fine.

La Cometa di Ollirk potrebbe colpire la terra nel 2015

Nasa, 22/03/2014

C’è una probabilità del 80% che la cometa di Ollirk che è ormai in viaggio da circa 3200 anni, si schianti contro la Terra nel Giugno del 2015.

L’Impatto a detta degli scienziati non dovrebbe essere catastrofico a livello mondiale, ma c’è una alta probabilità che con l’impatto la nazione colpita sia spazzata via per un raggio di 320 Km.

Per il momento le ipotesi sul punto della collisione sono ancora dubbie, di sicuro l’emisfero Australe dovrebbe essere non a rischio.

Attendiamo ulteriori notizie da Cape Canaveral per l’ufficialità del luogo di impatto.

Close